LG lo vuole curvo.





LG lo vuole curvo.

Dopo le anticipazioni,LG rompe gli indugi e mette in vendita (per ora solo in Corea) il
suo smartphone curvo:il G Flex. Si tratta di un terminale da 6 pollici con una potente CPU
e molte personalizzazioni del sistema operativo Android sviluppate dall'azienda di Seoul,
che non esita a definirlo una pietra miliare nello sviluppo del form-factor dei telefonini
intelligenti. Il G Flex è un terminale di ultima generazione con tutto ciò che si può
desiderare:CPU Snapdragon 800 da 2.2 Ghz,2 GB di memoria RAM,GPU Adreno 330
da 450 Mhz,fotocamera posteriore da 13 Megapixel,schermo 6 pollici (“solo”1280x720
pixel di risoluzione),connettività LTE,batteria da 3500 mAh,tutto in uno spessore di
appena 8 millimetri e un peso di 177 grammi. La forma curva,a banana,secondo LG
serve ad avvolgere meglio il viso durante le chiamate e migliorare così la qualità
dell'audio:sarebbe addirittura di 3 dB il miglioramento rispetto a un telefono tradizionale.
Come se non bastasse il retro del G Flex è realizzato in polimero “auto-riparante”,in grado
cioè di eliminare piccole imperfezioni e graffi legati all'uso rimarginando le ferite,
sopratutto visto che LG dice che la forma arcuata meglio si adatta alla forma della tasca
posteriore dei pantaloni:posto dove qualcuno porta così in giro il cellulare.

 

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Com'è fatta un'automobile.