Considerare tutto un file.


Considerare tutto un file.


Seppure possa sembrare strano,Linux tratta qualsiasi cosa come se fosse un file. I dispositivi di archiviazione, dischi fissi inclusi, possono essere trovati con /dev/sda , /dev/sdb ecc.....mentre per le partizioni viene usato sda1,sda2. Le informazioni su queste ultime si recuperano con il comando: lsblk. Se invece vogliamo conoscere le specifiche tecniche del nostro processore, usiamo: cat /proc/cquinfo o cat /proc/meminfo per le statistiche riguardanti la memoria. La partizione in cui è installato [ montato ] Linux è detta directory root [ o radice ] e si indica con lo slash /. Si tratta dell'elemento più simile al tradizionale C: di Windows. Ci sono tuttavia differenze molto importanti. Ci sono differenze molto importanti. In primo luogo, altre partizioni possono essere montate come directory all'interno della gerarchia, per esempio, un disco fisso può collocarsi in /mnt/backup, mentre una chiave USB in /run/media/user/thumb. Inoltre Linux sfrutta degli pseudo filesystem come /dev , /proc e /sys che non vengono memorizzati in nessun hard disk. Questi permettono di accedere a molteplici informazioni su hardware, risorse di sistema e processi di esecuzione. Il comando ls / elenca il contenuto della directory root. Le cosiddette cartelle di primo livello sono denominate in base alla tradizione Unix. I file del bootloader si trovano in /boot , mentre quelli di preconfigurazione sono in /etc , i programmi in /usr e i log e i dati di runtime in /var. Ogni utente riceve la propria sottodirectory in /home in cui può fare qualsiasi cosa. Gli altri file e cartelle, invece, vengono messi sotto protezione per evitare che qualcuno troppo curioso possa fare danni.

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.