Perché Google ha avuto successo.

Aramini Lucia.





Perché Google ha avuto successo.

Nel 2000 scoppiò la bolla della New Economy, che causò licenziamenti e bancarotte in tutta la Silicon Valley Google, però, rimase miracolosamente intatta. Già nel 2001, a neppure 3 anni dalla nascita, Google era il motore di ricerca numero uno, con più di 3 miliardi di pagine Web nel proprio archivio, superando i motori di ricerca allora più affermati, come AltaVista, HotBot (che aveva fatto la sua comparsa due anni prima di Google), Yahoo, MSN e Earthlink, che faceva uso del motore di ricerca a pagamento di Overture Services. Non solo primeggiava, già da allora, in termini di numero di utenti, ma anche in termini di tempo in cui gli utenti restavano collegati al sito, in media il triplo rispetto ai rivali. Il valore attuale di Google è stimato attorno a 157 miliardi di dollari. Un valore, scrive il New York Times, 8 volte superiore all'offerta pubblica iniziale (Ipo) del 2004, quando la società fu quotata per la prima volta in borsa. Le uniche società che superano questo valore di capitalizzazione sono il colosso del petrolio Exxon, General Electric, Microsoft e AT&T, la più importante compagnia telefonica degli Stati Uniti. Google vale addirittura di più delle più grandi istituzioni finanziarie del mondo, come Bank of America e Citigroup. Google è considerato, non a torto, il migliore motore di ricerca su Internet. È senz'altro il più utilizzato e il più amato. Quali sono i segreti del successo di Google? Ecco i più evidenti:
l'interfaccia è chiara e semplice. Sotto la semplicità si nascondono tuttavia algoritmi matematici di una complessità sorprendente;
la tecnologia adottata da Google per effettuare le ricerche è più efficace di altre nel restituire i risultati ritenuti più interessanti dagli utenti;
le pagine sono caricate all'istante. L'utente non deve aspettare per trovare le pagine Web che cerca;
il posizionamento nei risultati della ricerca è gratuito, non è venduto a nessuno. Questo è in linea con lo spirito “democratico” del Web: le pagine che si trovano sulla Rete sono accessibili a tutti, senza “favoritismi”;
Google è in continua evoluzione e si arricchisce costantemente di nuove funzioni;
non da ultimo, anche un pizzico di fortuna. Google è sopravvissuta all'esplosione della bolla delle dot.com. La società venne quotata in borsa nel 2004, dopo il terremoto finanziario dell'inizio degli anni 2000.

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.