Creare una presentazione gratis con Google Slides.



Creare una presentazione gratis con Google Slides.

Per realizzare una bellissima presentazione di livello professionale non abbiamo bisogno di acquistare programmi specifici e nemmeno scaricarne uno: ci pensa Google.
Si chiama Presentazioni Google ma è noto anche come Google Slides. Si tratta in pratica, di un’alternativa ai famosi Power-Point di Microsoft e Keynote di Apple, quindi di uno strumento per realizzare presentazioni di qualità. Il programma fa parte della raccolta di strumenti pensata da Google per l’ufficio ed è disponibile sia come app da scaricare, per computer o per altri dispositivi portatili, sia come app web che funziona direttamente nella finestra del bowser senza bisogno di scaricare nulla. Google Slides è pensato per essere semplice e adatto a chi non ha molta esperienza con i software, ma non per questo è limitato nelle funzioni. Anzi c’è tutto quello che serve per curare la presentazione nei minimi dettagli, dall’aspetto grafico alle transizioni. Slides è gratis e l’unico requisito è un account Google.
Il modo più semplice per usare Google Slides è andare all’indirizzo:
www.goole.it/intl/it/slides/about. Va ricordato che è necessario avere eseguito l’accesso al proprio account Google.
Facendo clic su Vai a Presentazioni Google vedremo subito la finestra di partenza, con i modelli già pronti. Se vogliamo partire da zero, facciamo clic sul pulsante Blank, con il +.
L’interfaccia di Google Slides è classica e razionale. La prima diapositiva è già aperta al centro. Facciamo clic su un testo per modificarlo, ma prima aggiungiamo un’immagine di sfondo.
Cliccando sul pulsante Background, nella barra degli strumenti, Slides ci inviterà a scegliere una foto del nostro disco fisso. Trasciniamo l’immagine nella finestra del programma.
Posizionato lo sfondo, occupiamoci dei testi. Scriviamoli nelle caselle già pronte, selezioniamoli e definiamone aspetto e dimensioni e colore, per mezzo delle icone della barra.
Finita la prima diapositiva, creiamo la successiva con un clic sul +, in alto a sinistra. Cliccando sulla freccia accanto possiamo inserire una slide con caselle di testo già pronte da usare.
Se vogliamo, possiamo aggiungere una slide completamente bianca e usare le icone Image e Text Box per inserire una foto o una casella di testo esattamente dove vogliamo.
Dopo avere aggiunto qualche diapositiva, possiamo scegliere le transizioni con un clic su Transition. Nella colonna a destra decidiamo quale usare e stabiliamo la durata.

Esportare i File.


Anche nella versione web, Google Slides non è per nulla limitato all’uso online, al contrario: il programma mette a disposizione diversi sistemi per esportare i contenuti che creiamo all’interno della finestra del browser, sia che si tratti semplicemente di scaricare il file, sia che si voglia condividerlo con altre persone, magari per lavorare con i colleghi ad un progetto comune. Per scaricare la presentazione alla quale stiamo lavorando, andiamo nel menu File e facciamo clic su Download as, scegliendo poi uno dei tanti formati proposti. Il programma supporta quelli più comuni, compresi Pdf , Jpeg e anche Pptx di Power-Point. Ugualmente semplice è la condivisione, che si attiva con il comando Share, il pulsante Blu in alto a destra. Premendolo, vedremo una piccola finestra di menu all’interno dalla quale inserire gli indirizzi di posta elettronica delle persone interessate, che riceveranno l’invito.

Post popolari in questo blog

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.