I batteri “caffeinomani”. Scienza.







I batteri “caffeinomani”. Scienza.

C'è chi sostiene di vivere “a caffè”. Ora gli scienziati hanno creato batteri geneticamente modificati che vivono davvero di caffeina: potranno essere impiegati in usi come la depurazione di acque reflue. Li ha ottenuti il team di Jeffrey Barrick, della Università del Texas a Austin: lo studio parte dal fatto che la caffeina, contenuta nel caffè ma anche in tè, energy drink o farmaci, è un inquinante delle acque. Come eliminarla?

Pulizia.

Gli scienziati hanno sfruttato un batterio, Pseudomonas putida CBB5, che può vivere di caffeina. Hanno estratto i geni responsabili della capacità di metabolizzare, cioè rompere, la caffeina, hanno creato un pacchetto di geni (con l'aggiunta di un “pezzo” da una specie di Janthinobacterium) e lo hanno inserito in Escherichia coli, facile da coltivare e usare. Gli impieghi? Dalla depurazione al recupero economico di residui della produzione del caffè, ricchi di nutrienti (che devono essere smaltiti appositamente): potrebbero essere usati per gli animali. Fino alla realizzazione di sensori per misurare il contenuto di caffeina delle bevande.
Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.