Che cosa sono le adenoidi.

Medicina.

Che cosa sono le adenoidi.

Per varie cause, che andremo a scoprire più avanti, la << la tonsilla faringea >>
può ammalarsi. La sua malattia consiste in questo: le cellule che la costituiscono
proliferano, ossia si moltiplicano, dando origine a varie escrescenze cilindriche
di color grigio-roseo e riunite a gruppi. È proprio a queste escrescenze che si dà
il nome di adenoidi (dai vocaboli greci << adèn >> = ghiandola ed << eidos >> =
forma). La malattia che ne deriva viene chiamata << adenoidismo >>.
Se pensiamo alla posizione che occupa la faringe (essa è situata immediatamente
dietro le fosse nasali e la bocca), ci è facile capire perché le adenoidi arrechino
disturbi alla respirazione.

Le cause.

La principale causa delle adenoidi è il linfatismo. Con questo termine si intende
una predisposizione ereditaria, che si manifesta con un eccessivo sviluppo del
tessuto linfatico (non dimentichiamo che la << tonsilla faringea >> è costituita
da tessuto linfatico). Un'altra causa che favorisce la formazione delle adenoidi
è rappresentata da alcune malattie infettive, tipiche dell'infanzia (scarlattina, difterite,
morbillo, pertosse). È interessante notare che l'adenoidismo colpisce soprattutto i
bambini fra i due e i dieci anni. Oltrepassata questa età, si è colpiti raramente da
tale infezione.

Una serie di disturbi.

All'inizio dell'articolo abbiamo indicato alcune delle spiacevoli conseguenze
dovute alle adenoidi. Ma non è tutto qui. Questa affezione è la causa di una
serie di disturbi di una certa gravità. Basti dire che i bambini ammalati di
adenoidismo vanno soggetti a frequenti infreddature, alle otiti e a continui
catarri bronchiali. La presenza di adenoidi molto ingrossate rende difficoltosa
e incompleta la respirazione e provoca una insufficiente ossigenazione del sangue
che influisce sullo sviluppo mentale. Può anche accadere che l'udito venga compromesso
infatti, quando le adenoidi sono troppo voluminose, ostruiscono le cosiddette trombe
di Eustachio, cioè il canalino che congiunge l'orecchio medio con il cavo faringeo.

La cura.

Nei casi meno gravi, quando cioè le adenoidi non hanno raggiunto un volume
tale da procurare tutti questi disturbi, la cura è piuttosto facile. I medici prescrivono
soprattutto inalazioni salsoiodiche, soggiorni al mare (dove l'aria è particolarmente
ricca di iodio) e abbondanza di vitamine nell'alimentazione dell'ammalato.
Quando invece il bambino affetto da adenoidismo accusa gli inconvenienti di cui
abbiamo parlato, allora è necessario un piccolo intervento chirurgico, chiamato
adenoidectomia. Esso consiste nell'asportazione totale delle adenoidi.
Dopo l'operazione è necessario un periodo di riposo che, in genere, non è più

lungo di una settimana.

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

I Merovingi, Carolingi, Capetingi. Storia.