Ma serve davvero la posta elettronica.


Ma serve davvero la posta elettronica.
Mi capita spesso di leggere articoli su tantissimi giornali, avere delle discussioni a volte anche animate con i miei colleghi su questo tipo di servizio, che, a mio avviso è molto importante e naturalmente comodo. La e-mail è uno strumento nato per chi al computer ci lavora, scambio di allegati {documenti} a volte anche corposi come file ci rendono la vita da una parte comoda, e, a volte ci fanno veramente imbestialire quando la trasmissione dati procede a rilento , ma dobbiamo riconoscere che la comodità esiste, ed è bene che il servizio e-mail sia ancora più potenziato e reso sicuro dai vari sviluppatori. Il discorso cambia per i giovani che con le loro chat, si scambiano messaggi nell'immediato, ma guai a confondere la nostra cara e-mail con la messaggistica istantanea. Purtroppo, a mio avviso la cosa preoccupante è e rimane la pirateria informatica, che con i suoi dati relativi alle e-mail che questa comunità di “Malandrini” riesce a “Bucare” circa: 600 mila e questo succede tutti i giorni, è questo il dato allarmante che preoccupa, e non il mettere in discussione l'uso della posta elettronica. Un altro dato, tanto per parlare di numeri, nel mondo tutti i giorni vengono inviate, lette e rinviate qualcosa come: due miliardi di e-mail, dovrebbe fare riflettere questo dei dati, e , non mettere in discussione l'uso e l'utilità di questo servizio che tantissime persone rimane molto importante, e se magari qualcuno si decidesse a rendere un po più sicuro il Web forse servizi come questi non sarebbero messi in discussione.   

Post popolari in questo blog

Gli Scozzesi,usanze,costumi e tradizioni.

Com'è fatta un'automobile.

L'igiene dell'apparato scheletrico. Anatomia.